EVRA FURIOSO: “SUCCEDE UNA COSA INAMMISSIBILE IN QUESTO SPOGLIATOIO”

Così furioso Patrice Evra non lo abbiamo mai visto né sentito. “Sono molto arrabbiato: alcuni giocatori non sono coscienti della situazione. E a loro voglio dire che bisogna rispettare questa maglia”. Così l’esterno francese ha parlato il giorno dopo la sconfitta di Sassuolo ai microfoni di Sky Sport 24, attaccando direttamente i compagni di squadra. “Quella di ieri non era la vera Juventus. Non puoi fare una prestazione come quella di sabato contro l’Atalanta e poi un primo tempo come quello di ieri con il Sassuolo – spiega Evra -. Può darsi che certi giocatori non siano abbastanza responsabili, per questo il ritiro potrebbe servire. Non sono un fan dei ritiri, non fa piacere a nessuno andare, tutti abbiamo delle famiglie, ma non sono arrabbiato perché se il mister e la società ritengono che il ritiro è una cosa importante per fare capire cosa significhi giocare per la Juve allora che ben venga”.
LEADER – L‘ex Manchester United che dall’alto della sua esperienza sa cosa voglia dire essere dei vincenti rincara la dose: “Sono molto arrabbiato – ammette il francese -, non mi piacciono le squadre jo-jo, che vincono, poi perdono, poi rivincono… Questa non è la Juve. Io non voglio parlare dello scudetto, ma quando giochi con la Juve deve pensarci sempre al titolo. Ogni volta che mi alzo la mattina penso di vincere il campionato per la quinta volta di fila, in questo momento stiamo buttando questa possibilità che sarebbe storica, il messaggio che mando ai miei compagni, ma lo dico anche a loro direttamente, è che bisogna rispettare questa maglia e nel primo tempo contro il Sassuolo non l’abbiamo fatto, questo è inammissibile per una squadra come la nostra, per il nostro spogliatoio e non deve mai più succedere. Con il Torino sicuramente l’atteggiamento sarà quello giusto”.